©2019 created by Cantina Bacelli

TERRITORIO

Cingoli

Il Lago

Foto per gentile concessione di Simone Spadoni

Cingoli

Cingoli, uno dei borghi più belli d'Italia, è stato fondato dal

generale Tito Labieno nel I° secolo a.C. 

Un antico mito attribuisce alla maga Circe, fuggita dalla sua

isola dopo la partenza di Ulisse, la fondazione della città. 

Posto al centro delle Marche, sorge a 631 metri sul livello del mare.

La posizione panoramica, la macchia mediterranea e il lago sono gli elementi naturali tipici che arricchiscono il territorio, senza nulla togliere a quelli architettonici che impreziosiscono ulteriormente il fascino della nostra cittadina.

 

 

Balcone delle Marche: il punto più panoramico della città, dal quale si può scorgere quasi tutta la regione. Nelle giornate limpide si possono ammirare il monte Conero di Ancona e il mar Adriatico fino alle cime dei monti della Croazia.

Castello di Colognola: l’antico castello, da cui è stata ricavata la Chiesa di San Giovanni Battista e di cui rimangono un bastione e la torre di avvistamento a base esagonale.

Fontana del maltempo: lungo il corso della città, circa a metà della passeggiata, la piccola fontana pubblica incastonata tra le pietre degli antichi palazzi, è uno dei gioielli cingolani del XVI secolo.

Eremo di San Bonfilio: fondato intorno all’XI secolo, anche se le date potrebbero riportare ad un secolo successivo, è racchiuso nella macchia del Monte Nero.

Chiesa di Sant’Esuperanzio: le prime notizie della chiesa gotico-romana intestata al patrono della città, risalgono all’XI secolo. All’interno si possono osservare gli affreschi e i dipinti della scuola umbro-marchigiana.

Pala del Lotto: la Madonna del Rosario, dipinta da Lorenzo Lotto nel 1539, è conservata nella sala degli stemmi del palazzo municipale. Si può notare il particolare in cui sant’Esuperanzio offre la città di Cingoli al Bambino.

Foto per gentile concessione di Simone Spadoni

Il Lago

Il lago di Cingoli è un invaso artificiale creato negli

anni ’80, sbarrando il corso del fiume Musone.

Ricco di flora e fauna, offre molte attrattive e attività turistiche.

Intorno allo specchio d’acqua si stagliano le vette dei monti circostanti che rendono il paesaggio molto suggestivo. Incantevoli sono i tramonti che si possono ammirare sulla sua superficie.

È possibile effettuare attività di pesca, traversate in canoa e tuffi nelle sue acque color smeraldo, oltre alle lunghe passeggiate intorno alle sponde.

Al di sotto del muro, il fiume continua il suo percorso, creando gli affascinanti salti delle Cascatelle, proseguendo poi fino al ponte dell’Intagliata, che offre uno spettacolo tutto da scoprire.